domenica 25 dicembre 2016

Discorso del 25 dicembre 2016


Buon ….. giorno a tutti.

Dopo il rito massonico del Traforo, dopo i PFAS e le lingue blu in Veneto, dopo l’ufficialità del MUOS di Niscemi, dopo l’ennesimo governo non eletto, dopo le dichiarazioni del capo dell’esercito degli USA, dopo i soliti Hoax, False Flag e terroristi fantasma, dopo TTIP e CETA, dopo centinaia di irrorazioni sopra le nostre teste, dopo nuovi e più forti terremoti pseudonaturali, dopo le riserve dei nativi americani violate, dopo i primi conflitti d’interesse ufficiali in campo medico, dopo la censura sui danni causati dai vaccini in Italia, dopo lo psicoterrorismo contro i ricercatori indipendenti, dopo il dibattito sulla terra piatta, dopo la denuncia al gender di Papa Francesco, dopo la finanza ombra, dopo la dittatura militare della NATO, …

… non riesco ad augurarvi un Buon Natale.

La nascita del Bambin Gesù (mito o fatto accaduto che sia) non conta più un cazzo per questa società lobotomizzata transistorizzata chippata alienata schiavizzata satanizzata ipnotizzata presa per il culo dal niente rappresentato dal denaro.
Smettiamola di tentare di vivere in un eterno presente con il solito rito capitalistico esoterico di massa del Natale, spinti dalla folle esaltazione dell’ipocrisia per la quale ci illudiamo di essere tutti belli e buoni per qualche spicciolo in più (spiccioli con cui compriamo robaccia rispetto a migliaia di miliardi con cui i banchieri comprano i nostri sentimenti, emozioni, diritti, libertà…ma tanto cosa contano se non sono materiali e tangibili, dico bene?); cerchiamo, invece, di trasformare la nostra energia per esprimere la nostra autenticità senza dissimulare la propria personalità: amiamo, creiamo, impariamo, costruiamo, cambiamo, immaginiamo senza confini di spazio e di tempo (dovunque e sempre) esprimendo ciò che pensiamo e ciò che proviamo. Così forse potremmo dimenticarci dei regali, anzi, doni, dimenticati in qualche angolo polveroso della casa o gettati nel cestino e ricordarci di quelle cose che ci renderanno degli esseri umani unici, belli e straordinari. Degli esseri consapevoli.

Pace e Amore

BH

giovedì 22 dicembre 2016

[VIDEO] Blues Healer ha qualcosa da dire! | ANTICIPO che sto per lanciare un appello a Laura Boldrini


Come dice Claudio Messora "Siamo fottuti"...

E(in)ventiamo - Le rosse di Libera Terra "sbarcano" a Venezia


Dalla calda Sicilia arrivano le arance rosse IGP. Buone, nutrienti e oneste.

Il gruppo Mangiare Informati della provincia di Venezia organizza, tra i vari impegni etici verso il territorio, una supervendita di arance siciliane da agricoltura biologica su ordinazione, raccolte in terreno confiscato alle mafie dalla Cooperativa Beppe Montana di Lentini, Siracusa.
L'iniziativa, in collaborazione con Libera Terra e GASMARGHERA, prenderà piede il 10 gennaio 2017, data della scadenza delle prenotazioni con la successiva consegna del prodotto della terra tipicamente invernale, nel clima festoso e solidale della Parrocchia della CITA di Marghera, il 29 gennaio.
Se ne volete un po', affrettatevi ad ordinarle!